La Juventus si aggiudica con il punteggio di 3-1 il big match dell’Allianz Stadium contro il Napoli, andando a rimontare inesorabilmente la squadra allenata da Carlo Ancelotti. Partono meglio i partenopei con 15 minuti perfetti, nei quali dominano il campo e vanno anche in vantaggio con Mertens. Da quel momento in poi, Cristiano Ronaldo cambia passo, con giocate sopraffine, tiri, assist e ogni tipo di movimento utile per i compagni. Ne approfitta Mandzukic per segnare una facile doppietta e, anche Bonucci, che va a fissare il 3-1 dopo una sponda del portoghese. CR7 è il migliore in campo, per distacco, mentre Allan è il più positivo dei suoi. Male Mario Rui che si fa espellere nel momento migliore del Napoli con due entrate troppo dure su Pjanic e Dybala.

Le Pagelle

JUVENTUS (4-3-3)

Szczesny 6.5 – Sul gol dello 0-1 può fare solo da spettatore, al 26’st nel momento di massima pressione del Napoli, si supera su Callejon tutto solo davanti alla sua porta. Unica vera occasione nella quale viene chiamato all’opera.

Joao Cancelo 6.5 – Chiamato a spingere, contribuisce all’errore del gol del Napoli. Minuto dopo minuto cresce e inizia a fare male sulla fascia. Non una delle sue migliori prestazioni, ma il portoghese è sempre pericoloso.

 

Bonucci 6 – Sbaglia sul gol del Napoli, si riprende, torna ad essere il centrale che tutti conosciamo, e va anche a segnare il gol del 3-1.

Chiellini 6.5 – Solita presenza costante in difesa, non sbaglia nulla e regala sempre la sicurezza a tutto il reparto. Inossidabile.

Alex Sandro 6 – Inizia subito con qualche errore di precisione di troppo ma non dispiace e gioca novanta minuti di grande attenzione, cosa che non sempre gli capita.

Emre Can 6.5 – Il migliore del reparto della Juve in un primo tempo nel quale garantisce grande presenza. Dal 15’st Bentancur 6 – Rispetto a Emre Can la Juve perde di peso in mezzo al campo ma l’uruguaiano tiene bene il campo nella mezzora concessa.

Pjanic 6.5 – Parte senza idee e senza spazio, con il passare dei minuti riprende in mano il pallino del gioco e la squadra se ne giova. Per diversi tratti del match dipinge calcio.

Matuidi 6.5 – Corre come sempre chilometri su chilometri, sempre positivo, sempre nel cuore dell’azione, sempre una spina nel fianco per i rivali.

Dybala 6 – Primo tempo rivedibile, meglio nella ripresa. Partecipa all’azione del 2-1 e si becca il “calcione” che manda fuori Mario Rui. Da un talento come il suo ci si attende sempre di più, ma oggi lo si vede solo a sprazzi. Dal 19’st Bernardeschi 6 – La Juve in 11 contro 10 soffre e non tocca un pallone per lunghi tratti. Dopo il 3-1, finalmente, lo si vede nel gioco ma non ha modo di brillare. Cristiano

Ronaldo 8 – Il migliore in campo. Scalda le mani di Ospina con un bolide poderoso in avvio, poi si inventa l’assist al bacio per il gol del pareggio di Mandzukic. Due minuti dopo il portiere gli nega il gol su una punizione violenta, quasi sulla linea. Nell’azione del 2-1 stampa un palo favoloso sul quale Mandzukic piazza la doppietta, sul 3-1 fa la sponda di testa per Bonucci. Totale.

Mandzukic 7 – L’uomo giusto al momento giusto. Due occasioni create da Ronaldo e due gol per il croato, prima con un colpo di testa perfetto, poi con un tap in facile facile dopo il palo clamoroso di CR7. Dal 37’st Cuadrado s.v. –

NAPOLI (4-4-2)

Ospina 6.5 – Prende tutto quello che può, sui gol non ha colpe e, anzi, salva la porta in diverse altre occasioni. Fino al rientro di Meret il Napoli sa di avere un portiere di sicuro affidamento.

Hysaj 5.5 – Dalla sua parte Alex Sandro sale poco, ma quando si allarga è CR7 a fargli male. Sull’azione del pareggio il portoghese lo ubriaca e la Juve da 1-1. Raul Albiol 5.5 – La coppia di centrali partenopei non ha grosse colpe sui gol, ma lascia troppo spazio agli avversari in alcune occasioni.

Koulibaly 6 – Prima mezzora da dominatore, poi perde qualche contrasto e si becca anche il giallo con un indemoniato CR7. Il migliore del pacchetto arretrato azzurro.

Mario Rui 4.5 – Lascia i suoi in 10 dopo nemmeno un’ora di gioco. Doppio giallo per due brutte entrate, una su Pjanic una scriteriata su Dybala.

Allan 7– Uomo ovunque del centrocampo, quantità e qualità. Nell’azione del gol recupera palla ed è determinante. Per il resto dell’incontro lotta, spesso da solo, ma è sempre utile.

Hamsik 5.5 – Il capitano inizia bene e con personalità, ma dopo poco perde il controllo della mediana. Esce a metà ripresa. dal 24’st Fabian Ruiz 6 –

Callejon 6 – Serve l”assist per Mertens in un inizio positivo, si spegne con il passare dei minuti. Nella seconda frazione ha una occasione ghiottissima al 26’st e spara su Szczesny.

Zielinski 6.5 – Dopo 5 minuti colpisce subito uno splendido palo con un sinistro perfetto, poi si fa vedere solo a sprazzi ma, nel complesso, è uno dei più vivi e presenti tra gli azzurri. Dal 15’st Malcuit 6 – Entrato bene in campo, prova subito a spingere sull’out di destra ma il suo match si complica dopo l’1-3.

Insigne 5.5 – La squadra si aggrappa sulle sue spalle nei momenti di difficoltà ma oggi Lorenzo “Il Magnifico” non incide come visto in questo avvio di stagione. Troppo timido in diverse occasioni dove, invece, dovrebbe incidere di più con la sua qualità.

Mertens 6 – Schierato a sorpresa al posto di Milik inizia alla grande, andando a rete con un tocco semplice a porta vuota. Con il passare del tempo si vede sempre meno ed Ancelotti, dopo il rosso a Mario Rui, lo sacrifica. Dal 15’st Milik 6 – Entra per il forcing finale, anche se in 10 contro 11. Il polacco si sbatte, ma non ha troppe chance per puntare al gol.

 





Leggi anche:


Cerca in google