Un Napoli favoloso batte la Juve nel suo stadio, dove aveva sempre perso, e si riavvicina a un punto dalla vetta rilanciandosi in pieno nella lotta scudetto. Il colpo di testa di Koulibaly all’ultimo minuto rimarrà nella galleria azzurra dei ricordi incancellabili come il 3-1 con Maradona: il trionfo meritatissimo per la squadra di Sarri, tutti eroici dal primo all’ultimo secondo, la beffa più atroce per la squadra di Allegri.

Il Napoli si è dimostrato più forte in tutto e per tutto: un dominio assoluto in casa della Juve che stavolta non ce l’ha fatta a resistere, nonostante una prova tutta difensiva e votata espressamente al pareggio. La beffa negli istanti finali si è materializzata per i rivali: imperioso lo stacco del difensore centrale franco-senegalese che arriva in cielo per impattare il cross di Koulibaly e batte Buffon sull’angolo di Callejon: un altro gol da palla inattiva. La festa è tutta per i mille tifosi azzurri nello spicchio ospite dopo tante delusioni e beffe spesso immeritate a Torino, dove aveva perso l’ultima volta in trasferta 18 mesi fa.





Leggi anche:


asips

Cerca in google