Approvato oggi a Napoli il Praru di Bagnoli, il Programma di bonifica e rigenerazione urbana relativa allo stralcio urbanistico degli interventi. Questo passaggio, ritenuto fondamentale per le opere di recupero, ha definito la destinazione d'uso delle aree. Entro luglio si partirà con la gara di lavori di bonifica dell'area Eternit e con il concorso internazionale di idee gestite entrambe dal soggetto attuatore Invitalia. «Oggi abbiamo sancito il disegno della nuova Bagnoli», ha detto Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia:«Siamo pronti a partire con le gare dopo troppi anni di promesse e attese. Le bonifiche finiranno nel 2024 ma noi accelereremo. Da 25 anni i fiumi di parole sono superiori alle azioni. Abbiamo ottenuto la Vas e abbiamo chiesto il dissequestro delle aree. La dotazione finanziaria è di 320 milioni».

 

 





Leggi anche: