Una vasta area destinata abusivamente a deposito di quindicimila metri cubi di rifiuti speciali, pericolosi e non, è stata sequestrata dalla Guardia di Finanza di Napoli nel comune di Arzano (Napoli). Tre le persone denunciate. In particolare l'operazione, preceduta da missioni aeree condotte sul territorio della provincia di Napoli, ha permesso di riscontrare in un'area prossima al centro abitato, migliaia di metri cubi di rifiuti speciali pericolosi e non - in generale provenienti da attività di costruzione e demolizione edifici, frammisti a plastiche, materiali lignei e ferrosi, vetture fuori uso, rifiuti urbani e scarti dell'industria tessile - gestiti da tre cittadini di nazionalità italiana, già noti per analoghi precedenti.

L'area, chiusa da alti muri e da un cancello in ferro, nonostante fosse stata recentemente già oggetto di sequestro, continuava ad essere illecitamente utilizzata dai tre individui, senza alcun titolo, per deposito, stoccaggio e movimentazione dell'enorme quantitativo di rifiuti. Tra l'altro, gli scarti provenienti dall'industria tessile erano destinati ad un illecito mercato, bypassando qualunque processo di sanificazione e igienizzazione. Tre le persone denunciate. Solo ad uno dei tre sono state contestate anche gravi violazioni di altra natura penale. L'area, nonché due autocarri (pieni di rifiuti speciali) sono stati sottoposti a sequestro.

 





Leggi anche:


Cerca in google