Tutti i coordinamenti di Fratelli d’Italia in Campania sono stati commissariati. Questo è quanto accaduto nella giornata di ieri, 25 febbraio. Ad adottare la misura è stato Giovanni Donzelli, responsabile nazionale organizzazione del partito di Giorgia Meloni, in vista delle prossime consultazioni elettorali per il rinnovo del Consiglio Regionale della Campania.

Per la provincia di Caserta al posto del coordinatore provinciale Enzo Pagano, come commissario è stato nominato Marco Cerreto, storico appartenente alla destra casertana e tra quelli che hanno lavorato per il passaggio del Movimento Sovranista in Fratelli d'Italia. In questo momento, dunque, il coordinamento provinciale di FdI Caserta è praticamente azzerato. Al posto di Gimmi Cangiano, coordinatore regionale della Campania del partito della presidente Meloni, è stato nominato come commissario regionale per la Campania, Antonio Iannone, senatore in orbita Edmondo Cirielli, attuale presidente della Direzione Nazionale di Fratelli D'Italia. Legame fortissimo appare quello tra Cirielli e Cangiano, e probabilmente l'artefice di tutto, il master of puppets, è stato proprio Gimmi Cangiano, visto che sembrerebbe che anche la candidatura di Marco Cerreto a commissario per la provincia di Caserta sia stata fortemente caldeggiata dall'ex coordinatore regionale di FdI.  In tutto questo i giochi non sarebbero finiti. La senatrice di FdI Giovanna Petrenga, riconosciuta comunque per avere un grosso peso su Caserta e provincia, dopo il veto dello stesso Cangiano alla candidatura del consigliere comunale di Aversa, Alfonso Oliva e di Giuseppe Mariniello, entrambi ora forti sostenitori di Enzo Pagano, starebbe spingendo per la candidatura di Alfonso Piscitelli, consigliere regionale ed ex sindaco di Santa Maria a Vico, in Fratelli d'Italia. Piscitelli, da poco si è estromesso dalla coalizione di maggioranza di centrosinistra al consiglio regionale, formando Campania in Movimento, lista civica, ma questa volta sposando i programmi del centrodestra. In un primo momento Piscitelli avrebbe dovuto candidarsi con la Lega, ma con la quasi certezza della candidatura di Gianpiero Zinzi in orbita Lega, avrebbe la strada tutt'altro che facile. Ma la candidatura di Piscitelli potrebbe essere molto forte anche in virtù dei legami con Nicola Cosentino, ex sottosegretario del governo Berlusconi, e Michele Izzo, già responsabile dell'UOC di Comunicazione e Marketing dell'Ospedale Sant'Anna e San Sebastiano.

 





Leggi anche: