Silvio Berlusconi sceglie Napoli per trascorrere le ultime ore prima del voto. Nonostante la pioggia, il leader di FI, pur apportando modifiche al programma iniziale, non ha rinunciato alla sua passeggiata in città. Prima tappa, una visita al Cristo Velato, scultura marmorea di Giuseppe Sanmartino, nella cappella Sansevero, nel cuore del centro storico. Prima di entrare, Berlusconi ha stretto mani e fatto qualche selfie con alcuni cittadini. Ad accompagnare Berlusconi c'erano Francesca Pascale ed alcuni parlamentari. Dopo, il Cavaliere dovrebbe recarsi all'hotel Vesuvio per un pranzo con i candidati. «Erano 24 anni che volevo vedere il Cristo Velato, finalmente ce l'ho fatta. Mi è piaciuto molto e voglio ritornarci visto che non ho visto la cripta», le parole di Berlusconi all'uscita dalla Cappella Sansevero. «Avete dei tesori d'arte di cui essere orgogliosissimi - ha aggiunto - Questo è il bello del nostro paese. Nessun altro paese al mondo può lontanamente competere con noi per i tesori d'arte che chi ci ha preceduto ci ha lasciato». Il Cavaliere si è fermato, tra gli altri, anche con Carla Ruggiero, ambientalista e ad della Fermed, azienda di prodotti per sale operatorie. «Siamo una piccola azienda campana e mi sono complimentata con la gestione della sanità in Liguria visto che lì ci siamo aggiudicati una gara senza conoscere nessuno», ha raccontato Ruggiero. «Lui ci ha detto che avrebbe riorganizzato il comparto pubblico - ha aggiunto Ruggiero - io stavo qui per caso, non per Berlusconi, però ho voluto comunque fargli presente che lavorare in Campania è più complicato». Ultima tappa nella bottega artigiana di Genny Di Virgilio, a San Gregorio Armeno. Al Cavaliere è stata donata una statuina «aggiornata nel look» che ritrae Berlusconi, con un corno rosso portafortuna «collaudato». «Ci porterà fortuna», il commento del leader di Forza Italia.

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

300x250_wellness_new.gif