Sporcizia e rifiuti ovunque. C’è chi afferma che Parete non è mai stata così sporca. I cittadini insorgono sul web e indirizzano lamentele e contestazioni a Pellegrino-Silvan che fa sparire tutti i problemi con un movimento della mano anzi con un post su Facebook. Via Vittorio Emanuele, Via La Malfa, Via Da Vinci, Via Federico Fellini, Via F.lli Cervi, Via Piave, Via Corrado, Via Bellini, Via Verdi, Via Cavour, Via Fermi sono solo alcune delle strade in cui non viene effettuata la raccolta. E l’elenco sarebbe ancora lungo, ma di certo non possiamo nominare tutta la carta toponomastica paretana. Il signor sindaco ci risponderebbe, ormai abbiamo imparato a conoscerlo, che è uno stato emergenziale che interessa la maggior parte dei comuni data la chiusura del termovalorizzatore di Acerra. Ma il presidente De Luca non aveva detto a chiare lettere e per tempo a tutte le amministrazioni locali di organizzarsi? E a Parete che hanno fatto? Confidavano nelle magie di Silvan, quello vero, per risolvere il problema?

In ogni caso i cittadini sono in subbuglio e non sanno più a quali santi appellarsi per fare in modo che qualcuno si occupi della spazzatura non ritirata. Puzza e condizioni igienico-sanitarie da film horror. Intanto Pellegrino inaugura scuole e partecipa ai cortei, sempre in tiro. L’eleganza lo contraddistingue per carità. Gliene diamo atto. A tal proposito cogliamo l’ironia di un post di un cittadino paretano notato su Fb di cui riproponiamo il senso e porgiamo l’ennesimo interrogativo -Terra chiama Pellegrino-Pellegrino non risponde- al primo cittadino: “Egregio sindaco se dovessimo avere l’onore che lei si possa interessare della raccolta dei rifiuti e accompagnare gli operatori ecologici laddove ce ne è bisogno siamo disposti a farle trovare un nastro da tagliare e fotografi al seguito per immortale il momento. Va bene così? Ci faccia sapere. Cordiali saluti”.

Valentina Piermalese





Leggi anche: