Bagno di folla in Piazza Municipio a Gricignano per la presentazione della lista ‘Gricignano al Centro’ guidata dal candidato sindaco Vittorio Lettieri alle prossime elezioni amministrative. Realizzato in dieci punti, il programma è stato esposto alla comunità. Tra i temi fondamentali: bando di gara per la manutenzione ordinaria della rete stradale, della rete idrica e degli immobili di proprietà comunale, risoluzione della gestione della zona Asi, riqualificazione del complesso sportivo di Via Falciano e Parco Mazzoni, istituzione di una commissione di rappresentanti della zona Nato e potenziamento della raccolta differenziata.

Per quanto riguarda la composizione della lista civica, Lettieri non perde occasione per rispondere al suo antagonista politico Santagata: “Smentiamo le voci dei nostri avversari che ci vogliono deboli e inconcludenti su quest’aspetto”. Annuncia, quindi, i nomi dei suoi candidati, tra cui compare Sebastiano Della Gatta: Campania Notizie ha recentemente pubblicato degli audio con dichiarazioni infelici, per non dire altro, del candidato su Lettieri e più in generale sulla sua “visione” politica (clicca qui). Il candidato sindaco difende Della Gatta e dice la sua sull’incresciosa vicenda.

Valentina Piermalese

NOTA A MARGINE DEL DIRETTORE RESPONSABILE

Un dato è certo. La presentazione della lista Gricignano al centro ha fatto registrare uno strepitoso successo. C’è stata una massiccia partecipazione popolare. Le nostre riprese ne sono la dimostrazione plastica. Anche sulle doti dialettiche e sulla preparazione di Vittorio Lettieri c’è poco da dire. Giovane in gamba e con le idee chiare. Il candidato sindaco ci consentirà però di manifestare la nostra delusione su come ha liquidato il caso Della Gatta. Parlare di spezzoni di frasi, di un disegno preparato ad arte invece di condannare la gravità di quelle affermazioni è una scorciatoia che non fa onore a Lettieri. Decontestualizzate o no quelle parole, pubblicate tramite un audio da Campania Notizie, sono più pesanti di macigni. Ci saremmo aspettati quanto meno una censura da parte di un giovane aspirante sindaco che sta sbandierando ai quattro venti che la sua lista è composta da persone tutte perbene mentre la squadra avversaria, a suo dire, è un comitato d’affari.

Su questa spinosa questione Lettieri ha preso uno scivolone. A nome di Sebastiano Della Gatta e dell’intera lista il candidato sindaco aveva il dovere morale e politico di fare luce sulla vicenda. Ha preferito brandire l’arma del complotto “giudaico-massonico” e delle interferenze dei “servizi segreti deviati”. Vecchia politica. Ha sprecato un’occasione d’oro per tentare di chiudere dignitosamente una questione indegna.

Va detto che altrettanto indecente è l’atteggiamento di Giuseppe Diretto. Per il giovane (menomale che è tale) candidato della lista SiAmo Gricignano i voti non puzzano. Anche quelli dei plurinquisiti e dei "bancaricottari" falliti. Per una manciata (o mangiata?) di preferenze sta cestinando la sua onorabilità come si fa con un file che non serve più. Il tutto nella totale indifferenza di quel “bravo ragazzo” (menomale che è tale) di Vincenzo Santagata. Il leader di SiAmo Gricignano dimostra di voler raccattare di tutto e di più. Da sindaco uscente dovrebbe sapere che è obbligatorio per legge fare la raccolta differenziata. Anche dei voti.

Mario De Michele

 

LA VIDEO INTERVISTA A VITTORIO LETTIERI





Leggi anche:


Cerca in google

 

300x250_wellness_new.gif