La “Casa dell’acqua” fa tappa ad Orta di atella. Grande entusiasmo traspare dalle parole dell’Assessore Luigi Di Lorenzo (Noi Ortesi): "Il progetto denominato “Casa dell’acqua”, riguarda l’erogazione automatica di acqua. Sul territorio comunale saranno installate due distributori automatici collegati direttamente alla rete idrica locale che dopo un apposito filtraggio doneranno al cittadino ortese ,acqua refrigerata in tre tipologie: naturale, lievemente gassata e gassata, con trattamento di micro filtrazione, a “Km zero”: sicura, buona e controllata. Controllata perché sarà purificata dalle sostanze indesiderate quali: i sapori sgradevoli, i batteri, i residui organici e inorganici che possono infiltrarsi nelle fonti da cui attingono l’acquedotto; “permetteremo a tutti i cittadini di riappropriarsi di un bene così prezioso come l’acqua”. Sarà espletato un bando pubblico, che garantirà la partecipazione di tutte le ditte in possesso dei requisiti di legge per espletare tale servizio, la ditta aggiudicataria si accollerà il costo del canone del suolo pubblico interessato dal distributore. “Ringrazio il Sindaco Villano e i colleghi della Giunta, per questo importante traguardo raggiunto sotto il profilo ecologico e sociale”.

Altrettanto soddisfatto il capogruppo Vincenzo Moccia (Noi Ortesi). “Le casette dell’acqua , saranno ubicate in via San Salvatore ed in Piazza Valentino. La scelta di queste zone cittadine non ricadono a caso ma rientrano in un programma politico di valorizzazione urbana ed ambientale che questa Amministrazione comunale si è prefissa di raggiungere per Orta di Atella. L’obiettivo di questo progetto , è la prevenzione e la riduzione dei rifiuti urbani nel nostro territorio. Le bottiglie di plastica, infatti, incidono in maniera considerevole sull’incremento della produzione di rifiuti. Cambiare le abitudini riducendo l’acquisto di acqua confezionata a favore di un maggiore consumo di acqua sfusa, può rappresentare molto per il nostro territorio. Il costo al litro, per i nostri concittadini sarà simbolico mentre per l’Ente non ci sarà nessuna spesa per la realizzazione di questa iniziativa socio-economico. Un plauso - conclude Moccia - all’assessore Di Lorenzo, un vivo ringraziamento al Sindaco e alla Giunta per questo importante raggiungimento di questo atto di indirizzo politico-amministrativo".

 

 





Leggi anche: