Stava per scadere il termine ultimo entro il quale Eduardo Centore aveva facoltà di ritirare o confermare le proprie dimissioni da primo cittadino. Ma è arrivato il colpo di scena: si sono dimessi 8 dei consiglieri appartenenti alla sua ormai ex maggioranza più uno dell'opposizione. Decretando di fatto lo scioglimento del consiglio comunale capuano.
L'ex generale dei carabinieri, acclamato a furor di popolo alle ultime tornate elettorali, è stato anticipato da nove consiglieri comunali. Sciolto, dunque, il consiglio comunale. Poco prima che chiudesse l'ufficio Protocolli dell'ente, i nove membri del civico consesso hanno infatti rassegnato anch'essi le proprie dimissioni, facendo capitolare l'amministrazione e vanificando di fatto ogni iniziativa che il primo cittadino avesse voluto eventualmente intraprendere nei giorni successivi, soprattutto in merito alla persistenza o meno del proprio mandato. I consiglieri dimissionari, che in un unico documento hanno sottoscritto la propria rinuncia alla carica elettiva, sono Ludovico Prezioso, Fabio Buglione, Gaetano Caputo, Marisa Giacobone, Patrizia Aversano Stabile, Luigi Di Monaco, Loredana Affinito e Marianna Iocco, mentre per la minoranza ha firmato Guido Taglialatela, consigliere ed ex assessore dell'amministrazione Antropoli.


 






Leggi anche:


asips

Cerca in google

 

300x250_wellness_new.gif