«E’ necessaria un’immediata riorganizzazione del ciclo integrato dei rifiuti che coniughi il controllo del territorio con un’impiantistica moderna e non impattante per l’ambiente. Gli Ato avrebbero dovuto dare la stura a questo tipo di politica, ma, allo stato, si sono rivelati esclusivamente dei contenitori vuoti. L’incendio all’impianto di Gricignano di ieri, testimonia, ove mai ce ne fosse bisogno di come la Regione Campania abbia completamente fallito su questo fronte con promesse roboanti che sono rimaste lettera morta». A tuonare è Pio Del Gaudio, ex sindaco di Caserta e candidato alla Camera in posizione utile nel listino di Forza Italia. «Un sindaco sa come sia difficile gestire l’emergenza rifiuti e, per questa ragione, è necessario mettere in campo delle politiche mirate che non lascino più soli gli amministratori locali – ha spiegato Del Gaudio – i sindaci non si lascino incantare dal governatore De Luca e dalla sua presenza massiccia in questi giorni in provincia di Caserta. I suoi impegni anche in questo settore, non sono altro che un modo per preparare il terreno al suo rampollo imposto al Pd a cui è stata negata la possibilità di una propria rappresentanza. Il governatore, anziché fare nuove promesse, mantenga le vecchie, provveda a rispettare i patti sulla rimozione delle ecoballe e liberi il nostro territorio da ecomostri».

 

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

stoccata.jpg

300x250_wellness_new.gif