Che Luigi Di Maio non goda della stima di Vittorio Sgarbi non è una novità: in più di un'occasione, infatti, il critico d'arte e leader del movimento 'Rinascimento' ne aveva dette di tutti i colori sul Movimento 5 Stelle e sul suo leader. Questa volta, però, Sgarbi, candidato alle prossime politiche con Forza Italia, è andato oltre, parlando anche di un improbabile esposto alla magistratura: «Come può uno con le lacune di Di Maio avere un diploma?». «Numerosi e concordanti elementi, ormai di dominio pubblico, relativi alle sue lacune su argomenti di storia e geografia che fanno parte del bagaglio di conoscenze di uno studente di scuola media, nonché la sua oramai conclamata incapacità di coniugare i verbi e di confondere i congiuntivi con i condizionali - aggiunge - possono, a evidenza, far ritenere che egli abbia potuto ottenere i titoli della scuola dell'obbligo in maniera fraudolenta. La magistratura non avrà difficoltà ad accertare questa mia ipotesi, augurandomi che si possa procedere, preliminarmente, con una sorta di 'incidente probatorio' sottoponendo Di Maio a un esame pubblico».

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

300x250_wellness_new.gif