Campania Notizie Tv

Primo Piano

News image

Sant’Arpino, il sindaco Dell’Aversana contro il muro dell’illegalità: il suo vice Tizzano un ologramma incarnato nel marito Del Prete. E le piante abusive del funzionario comunale Compagnone come il Bosco di Capodimonte. Avvisi di garanzia in arrivo

Giuseppe Dell’Aversana che svolge il ruolo di sindaco come se stesse alla guida di un circolo ricreativo. Il suo vice, Caterina Tizzano, assenteista per professione, sostituita sul piano istituzionale in tutto e per tutto dal marito Elpidio De Prete. Salvatore Compagnone più che un funzionario comunale si comporta come il padrone della città e fa i... Leggi tutto

Altre in: Primo Piano

La consigliera comunale indipendente Olga Diana accoglie la nomina a componente della commissione speciale per il mercato ortofrutticolo. “Ho sottoscritto, da indipendente, la mozione presentata dalla minoranza per la convocazione del consiglio [ … ]

Nella prima puntata della nostra inchiesta per documentare il dilagante fenomeno dello sversamento illecito dei rifiuti, con quasi sempre conseguente ‘smaltimento’ tramite il fuoco, abbiamo mostrato come alcuni comuni dell’agro Aversano siano preda d [ … ]

Gli agenti del commissariato di Pianura, durante un servizio di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, in un appartamento di via Comunale vecchia hanno rinvenuto e sequestrato 70 panetti di hashish per un peso complessivo di ci [ … ]

I Carabinieri del Nucleo Operativo di Sessa Aurunca, nella mattinata odierna, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della Procura della Repubblica, n [ … ]

Disposta per 7 giorni la sospensione dell'attività di esercizio di un bar-caffè in via Polveriera a Santa Maria la Carità. Ad adottare il provvedimento è stato il Questore di Napoli, su proposta dei carabinieri della stazione di Sant’Antonio Abate. N [ … ]

Alcune zone di Crispano versano in un totale stato di abbandono e degrado. Nonostante il passaggio di cantiere alla nuova ditta di raccolta rifiuti, Consorzio Res, annunciato con soddisfazione dal sindaco Michele Emiliano non sembrano esserci troppe [ … ]

Stamattina è stato rinvenuto a Terzigno il cadavere di un clochard. Il corpo era nei giardinetti della stazione della Circumvesuviana. L’uomo, un 45enne proveniente dall’Ucraina, viveva in strada e frequentava le mense Caritas dei Comuni vicini. Dorm [ … ]

Voleva effettuare scommesse online o comprare l'hashish a qualsiasi costo. Per questi motivi ha più volte picchiato il padre e le sorelle minori per farsi dare i soldi. L’autore delle aggressioni fisiche è un 17enne, fermato dalla polizia a Recale. I [ … ]

La perturbazione che da giorni sta interessando la Campania continua a persistere sul territorio e si estende anche su settori che non erano inclusi nell'allerta. Per questo motivo la Protezione Civile della Regione Campania ha prorogato l'attuale cr [ … ]

Vincenzo Visiello, 50enne, di Torre Annunziata, detto “A rutella”, e suo nipote Gennaro Salvatore Esposito, 38enne di Pompei, alias “O cassuolo”, sono stati arrestati dalla polizia, con l’accusa, insieme alla moglie di Visiello, di usura ai danni di [ … ]

Un intero stabilimento produttivo ad Arzano e un cassone contenente rifiuti speciali pericolosi presso un opificio industriale di Castellammare di Stabia sono stati sequestrati dalla guardia di finanza, per violazioni al Testo unico ambientale e a qu [ … ]

Ieri mattina i cittadini ortesi hanno avuto un sussulto al risveglio, frutto di una storia già che si è ripetuta: scioglimento per camorra del Consiglio comunale e conseguente commissariamento (leggi l'editoriale). La commissione che guiderà l'ente p [ … ]

scritti corsari

article thumbnailOrta di Atella tra camorra, topi di fogna, greggi di pecore e legalitari della domenica: nulla saccio, nulla vidi, nulla ho sentito. E ora a ciascuno il suo

di Mario De Michele Indicheremo uno ad uno quelli che pontificheranno: “L’abbiamo sempre detto”. Oppure si autocelebreranno: “È merito nostro”. Faremo la conta. Nomi e cognomi. Perché, statene certi, nessuno di loro ha mosso un dito per [ ... ]