In viale Trieste, nel cuore del centro storico, crocevia delle attività di spaccio, sono stati fermati due amici e complici. Uno di loro aveva alcune dosi di cocaina in bocca, scrupolosamente confezionate e pronte per essere cedute all’acquirente di turno. Il suo compagno ne aveva altre nella tasca dei pantaloni. In tutto i carabinieri della tenenza di Pagani ne hanno rinvenute e sequestrate una ventina, sottoposte a sequestro e sottratte al circuito dello spaccio. In manette sono finiti un pregiudicato ed un insospettabile. Il primo, A. D. C., 40 anni, è un volto noto alle forze dell’ordine, con vari precedenti alle spalle. Il secondo, G. M., è un incensurato, polacco. Di anni ne ha venti. I carabinieri li avevano adocchiati da qualche tempo. Avevano avuto notizia che i due spacciavano sempre in quel punto di viale Trieste, e quasi sempre allo stesso orario. L’altro ieri pomeriggio, poco dopo le 18, è scattato l’intervento dei militari, coordinati dal tenente Simone Cannatelli.

 

 





Leggi anche: