Sfuggiti a un ordine di carcerazione emessa nel dicembre del 2018 dalla Procura della Repubblica di Napoli per il reato di estorsione aggravata dal metodo e con finalità mafiose, sono stati localizzati e arrestati dai carabinieri della sezione catturandi del nucleo investigativo di Napoli in provincia di Roma due esponenti del clan Rinaldi: si tratta del 47enne Sergio Grassia e del 42enne Raffaele Oliviero, entrambi appartenenti al clan attivo nel Rione Villa del quartiere di San Giovanni a Teduccio.
I militari, nel corso di indagini coordinate dalla Procura distrettuale Antimafia di Napoli, li hanno individuati a Marina di Ardea e bloccati mentre erano in spiaggia con i familiari: Grassia e Oliviero dovranno scontare una pena di cinque anni reclusione.

 

 





Leggi anche: