Due 45enni vicini al clan Pezzella - attivo tra Frattamaggiore, Frattaminore e Cardito - residenti a Sant'Arpino e Orta di Atella sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Giugliano in quanto accusati di porto illegale di armi e un tentativo di estorsione, con l'aggravante camorristica, ai danni di un commerciante di Frattamaggiore che aveva inaugurato da poco la sua attività. Gli arresti sono scattati dopo la denuncia del commerciante, alcune testimonianze ed anche sulla base delle immagini catturate da un sistema di videosorveglianza del negozio.

 

 





Leggi anche: