Ha messo a segno 17 colpi truffando gli anziani e mettendo a segno alcuni furti in appartamento. Ha agito in diversi quartieri di Roma in pochi mesi, da marzo ad agosto 2018, e alla fine è stato arrestato. Il quarantenne, B. F., è stato fermato a Napoli su disposizione del giudice per le indagini preliminari del Tribunale della Capitale. Il modus operandi era sempre lo stesso. L'uomo individuava le anziane vittime in strada, fingendosi un avvocato incaricato della gestione di un risarcimento danni in favore di un loro parente: per sbloccare le procedure di liquidazione - sosteneva - era necessario un preventivo versamento in contanti. L'uomo simulava anche una telefonata con un interlocutore, che fingendo di essere effettivamente il congiunto, cercava di convincere la vittima a dare il denaro al sedicente avvocato. A quel punto, il finto avvocato accompagnava a casa la persona anziana, vedeva dove venivano tenuti i soli e, oltre a farsi consegnare la somma indicata, rubava anche il resto del denaro. In alcuni casi le vittime sono state accompagnate in bancao e negli uffici postali ad effettuare i prelievi. Fondamentali per le indagini sono state le descrizioni fornite dalle vittime, come le informazioni rese dai testimoni e alcuni filmati dei circuiti di videosorveglianza delle zone dove l'uomo agiva. In particolare, i fotogrammi dei video, analizzati dal Ris di Roma, hanno consentito di risalire all'identità dell'uomo. L’arrestato si trova ora nella casa circondariale di Napoli Poggioreale. Sulle sue tracce si è messo da subito il pool antiviolenza guidato dal Procuratore aggiunto dott.ssa Maria Monteleone. Sono stati i carabinieri della Stazione di Roma Quadraro e della Sezione di Polizia Giudiziaria presso il Tribunale di Roma a dare esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere.

 

 





Leggi anche:


Cerca in google