Novanta pacchi di banconote da 100 e 50 euro, per un valore complessivo di 41 milioni. Banconote risultate tutte false. È quanto hanno scoperto a Torre del Greco (Napoli) i carabinieri della compagnia Napoli-Stella in casa e nei vicini terreni un uomo di 67 anni, già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi. L'uomo è stato arrestato con l'accusa di detenzione di banconote false e di strumenti destinati alla falsificazione.

Durante una perquisizione avvenuta presso il domicilio dell'uomo, perquisizione poi estesa anche ai terreni circostanti, i militari dell'Arma hanno scoperto che in un capanno con tetto coibentato Rivieccio aveva depositato alcuni barili di plastica di quelli per uso alimentare con coperchio a tenuta stagna. All'interno degli stessi sono stati ritrovati novanta pacchi di banconote da 100 e 50 euro, tutte false. I carabinieri hanno conteggiato le banconote scoprendo come il totale fosse pari appunto a 41 milioni di euro. I 100 euro falsi avevano 18 diversi numeri seriali, i 50 invece riportavano 12 seriali diversi. Nei bidoni inoltre sono stati ritrovati anche i cliché: uno per fabbricare banconote da 50 e due per l'applicazione dei contrassegni sempre sui 50 euro. Su 23 fogli - come appurato gli inquirenti - erano impresse le stampe di prova. L'ingentissima quantità di denaro falsificato, che si presume fosse in via d'immissione nel mercato corrente, è stata sequestrata e al contempo sono state avviate le analisi tecniche a cura del personale della Banca d'Italia e del comando carabinieri antifalsificazione monetaria. L'uomo, dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere napoletano di Poggioreale. Secondo quanto si è appreso, ci sono voluti sei carabinieri e cinque ore di tempo per contare tutte le banconote.

 





Leggi anche:


Cerca in google