Quando nel pomeriggio di ieri, gli agenti della questura di Napoli si sono recati, a Napoli, nell'abitazione di Giancarlo Borrelli, di 65anni, hanno trovato un vero e proprio arsenale: un migliaio di proiettili di vario calibro, due silenziatori per pistola, ben 8 pistole, nonché due fucili, caricatori di vario tipo.

Il ritrovamento delle armi è il frutto di un'attività d'indagine svolta dai poliziotti a seguito di una denuncia di furto. Il 65enne, infatti, quasi quotidianamente, si recava da un orefice titolare di un'attività commerciale nel centro storico e, a seguito del furto di un bracciale in oro, del valore di 3.000 euro, il titolare dell'esercizio commerciale, nutrendo forti sospetti nei confronti dell'anziano, aveva richiesto l'intervento della Polizia. Il 6eenne è stato trovato in possesso del bracciale ed un coltello a scatto. I poliziotti si sono recati successivamente nell'abitazione dell'uomo scoprendo, all'interno dell'armadio in camera da letto, un vero e proprio arsenale. Gli agenti hanno anche rinvenuto e sequestrato delle ricevute di pegno. Borrelli è stato arrestato con l'accusa di detenzione illegale di armi comuni da sparo, nonché parti di armi e relativo munizionamento. L'uomo, inoltre, è stato denunciato in stato di libertà perché responsabili dei reati di furto aggravato, ricettazione e violazione legge sul possesso di coltelli.





Leggi anche:


asips

Cerca in google