L’esasperazione talvolta può portare a risvolti spiacevoli. Infatti l’epilogo di un’incredibile vicenda è stato di due denunce a piede libero da parte dei carabinieri della stazione di Santa Maria a Vico ai danni di un 32enne ed una 36enne. I fatti si sono svolti lunedì scorso in prima serata nella zona di via Principe Umberto a Messercola. I due in precedenza avevano avuto una relazione e sono vicini di casa. Lui è andato in escandescenza e ha cominciato a travolgere ogni cosa che aveva davanti, ha finanche lanciato una cassetta di birre in bottiglia dal balcone, poi, in preda ad un raptus di follia, ha preso un bastone e, dopo essere sceso al piano dove abita la donna, ha mandato in frantumi una finestra e danneggiato la porta dell’abitazione. Quando la donna è rientrata e ha visto i danni che le aveva provocato, presa dall’esasperazione, e visto che si trattava dell’ennesimo episodio, è corsa dentro e ha preso un coltello, costringendo l’uomo alla fuga nell’abitazione di un vicino. Giunti sul posto i carabinieri sono riusciti a disarmarla prima che potesse assestare qualche fendente al 32enne che la sta tormentando da mesi. Anche lo scorso 28 settembre c’era stata una lite tra i due, anche in quel caso dovettero intervenire i carabinieri. Lei lo ha già denunciato due volte per stalking ed una terza dovrebbe essere presentata nelle prossime ore. Nelle denunce sono contenuti particolari inquietanti: la segue, la pedina, la avvicina nel garage, anche davanti alla figlia. Tanto che la 36enne la notte precedente ha deciso di dormire da alcuni parenti per evitare ulteriori rappresaglie. L’uomo, dopo essere stato sedato e condotto nell’apposito reparto dell’ospedale di Aversa, è stato riaccompagnato a casa sua a Messercola. La donna invece è stata portata in caserma, assistita dall’avvocato di fiducia, e notificata la denuncia a piede libero per il possesso del coltello.

 

 





Leggi anche: