Viaggiava completamente ubriaco a bordo di un furgone rubato: per questo un 32enne romeno, quando ha visto la volante del Commissariato di Castel Volturno (Caserta), ha innestato la marcia dando vita ad un inseguimento mozzafiato conclusosi con uno schianto contro il guard rail, quindi si è tuffato in un canale ingrossato dalle piogge e, quando stava per annegare, è stato salvato dai poliziotti che lo hanno infine arrestato.

Scene da film d'azione quelle avvenute ieri sera sulla statale Domiziana; il romeno è finito in carcere, mentre tre poliziotti sono finiti alla clinica Pineta Grande di Castel Volturno dove sono stati medicati e dimessi con prognosi di alcuni giorni per le ferite inferte dai calci e dai pugni dello straniero, che non voleva assolutamente saperne di essere ammanettato. Tutto è avvenuto nella tarda serata di ieri quando due volanti della Polizia hanno imposto l'alt ad un furgone Citroen; all'interno il 32enne Adrian Tomel Sirbu ha prima rallentato la marcia, quindi ha improvvisamente accelerato costringendo gli agenti ad inseguirlo. Dopo essersi schiantato contro il guard rail, il romeno si è tuffato in un canale mentre gli agenti si sono posizionati lungo gli argini osservando lo straniero mentre veniva trascinato dalla corrente; ad un certo punto l'uomo si è avvicinato alla riva, ormai esausto, ed è stato afferrato dai poliziotti che lo hanno tratto in salvo; di nuovo in piedi, ha iniziato a dimenarsi colpendo con una testata un agente e con calci e pugni gli altri. Infine è stato bloccato.

 





Leggi anche:


Cerca in google