Stretta della Questura di Caserta contro i parcheggiatori e i venditori abusivi, che nonostante le sanzioni amministrative anche elevate che "beccano" ogni qualvolta vengono fermati dalle forze dell'ordine, continuano ad "occupare" e a farla da padrone in zone sensibili del capoluogo, come quelle della movida attorno alle Reggia di Caserta o nell'area antistante il monumento.

Il questore Antonio Borrelli ha emesso infatti cinque "Daspo" urbani a carico di parcheggiatori e venditori. Il provvedimento, consistente nel divieto di accedere, per un periodo di sei mesi, alle zone in cui sono stati fermati e nelle rispettive aree di pertinenza, è arrivato all'esito elle attività istruttorie svolte dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Caserta sulla base di controlli operati dagli equipaggi da tutte le forze dell'ordine, dalla Polizia ai Carabinieri, dalla Guardia di Finanza alla Polizia Municipale. I soggetti colpiti sono residenti a Caserta, tranne uno a San Marco Evangelista, e hanno età compresa tra i 35 e 66 anni. Tutti sono stati sorpresi a svolgere l'attività non autorizzata almeno due volte; uno dei destinatari del Daspo, ovvero un venditore di gadget della Reggia, è stato fermato quattro volte di fronte alla Reggia.

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

stoccata.jpg