Rivendita di pneumatici razziata. I due ladri pensavano di aver messo a segno un buon colpo ma purtroppo per loro sono stati intercettati e arrestati dai carabinieri. Questa la conclusione dell’avventura di due giovani ladri residenti nel Napoletano ma in trasferta nella provincia sannita. Si tratta di Crescenzo Rennella di Melito e Antimo Verde di Sant’Antimo (23 e 21 anni). Teatro della scena la zona industriale di Apice lungo il fiume Calore, tra il vecchio centro storico e Apice Nuova. Ad allertare i militari della compagnia di Benevento è stato lo stesso titolare della rivendita di pneumatici la cui abitazione si trova al piano superiore, allertato dai rumori sospetti provenienti proprio dal piano terra. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Benevento è subito intervenuto e, dopo una breve ricognizione, hanno trovato, appunto, una Opel Vivara di colore bianco tra lo stabile dove era avvenuto il furto e un altro opificio industriale. I carabinieri hanno notato che al suo interno c'erano due giovani che, alla vista della gazzella dell’Arma, cercavano di nascondersi. Un tentativo che ha insospettito i militari che, proceduto ad un controllo più accurato, hanno rinvenuto due pistole giocattolo prive di tappo rosso, due passamontagna, due torce elettriche e, infine, un flessibile a batteria utensile che viene utilizzato per il taglio delle lamiere. 
La vera sorpresa, però, era nel vano di carico del furgone: una quarantina di cerchi in lega. Dopo gli accertamenti i due sono stati tratti in arresto. Il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Benevento, Capitanio, ha poi disposto per entrambi gli arresti domiciliari.

 

 





Leggi anche:


Cerca in google