I carabinieri della Stazione di Montoro Inferiore hanno deferito in stato di libertà un 70enne di Napoli ritenuto responsabile di truffa. L’indagine prende spunto dalla denuncia sporta da un giovane del luogo che, in cerca di un buon affare, veniva attratto da un annuncio per la vendita di uno smartphone di ultima generazione, pubblicato su Facebook: considerato l’ottimo prezzo, non esitava a contattare l’inserzionista sia per avere maggiori chiarimenti sul prodotto sia per ridurre al minimo il suo dubbio che potesse trattarsi di una truffa. Venivano così fornite dettagliate spiegazioni che conquistavano la fiducia del ragazzo il quale non esitava ad effettuare il pagamento di 400 euro mediante ricarica su carta prepagata.

Ma, ricevuta la somma pattuita, il fittizio venditore si rendeva irreperibile sui contatti forniti, omettendo la consegna del prodotto acquistato. Le indagini condotte dai carabinieri consentivano di risalire all’identità del presunto responsabile che per mettere a segno la truffa aveva anche creato un falso profilo sul noto social network. Alla luce delle evidenze emerse il 70enne è stato deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

 

 





Leggi anche: