I Carabinieri della Stazione di Avella hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Avellino nei confronti di un 48enne di Sperone. Nello specifico il predetto, sottoposto alla misura dell’allontanamento dalla casa familiare ed al divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, violava le prescrizioni impostegli. Gli elementi probanti acquisiti dai Carabinieri, riferiti immediatamente all’Autorità Giudiziaria, hanno fatto scattare la misura degli arresti domiciliari nei confronti del predetto che, nel corso del controllo, non ha fatto mistero di non gradire la presenza degli uomini dell’Arma.

Nonostante i bonari e ripetuti inviti alla calma, in una costante escalation di livore, si scaglia fisicamente contro i Carabinieri che, sebbene colpiti e feriti in modo lieve, riescono con non poca fatica a bloccarlo, evitando, grazie alla loro prontezza di riflessi, ben più gravi conseguenze. In un contesto di piena sicurezza e scongiurata dunque la possibilità di gesti inconsulti, l’esagitato viene quindi condotto in Caserma e, dichiarato in arresto alla Procura della Repubblica di Avellino, trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa di comparire nella mattinata odierna dinnanzi al Tribunale per essere giudicato con la formula del rito direttissimo.

 

 





Leggi anche: