Maltrattamenti e minacce nei confronti della madre per ottenere somme di denaro sempre più consistenti. A porre fine a quello che era diventato un incubo per una famiglia avellinese è stata la nonna del nipote 20enne che mentre si stava consumando l'ennesima violenza ha chiamato i carabinieri.

Il giovane aveva strattonato e costretto la madre a salire in macchina con lui per andare a vendere da un compro oro un orologio di valore di proprietà del defunto padre e diversi gioielli per un valore di 2.500 euro. I militari hanno intercettato l'auto e dopo aver tranquillizzato la donna, hanno fermato e arrestato il figlio. Il giovane è stato trasferito nel carcere avellinese di Bellizzi con le accuse di tentata estorsione e sequestro di persona.

 





Leggi anche:


Cerca in google