Per lui si era divertita "troppo" nel locale dove aveva festeggiato la festa della donna e per questo è stata "punita" dal convivente che l'ha aggredita con inaudita violenza. Rientrati a casa, l'uomo ha picchiato selvaggiamente la sua compagna colpendola con calci, pugni e schiaffi e anche lanciandole una sedia che ha colpito la vittima alla schiena.

E' accaduto ad Avellino dove una 49enne napoletana residente a Rione San Tommaso del capoluogo irpino è riuscita a fuggire di casa trovando riparo in un bar dove è continuata l'aggressione. L'intervento degli uomini della Squadra Mobile ha impedito il peggio e ha arrestato l'uomo, un 32enne di nazionalità romena con precedenti analoghi. La donna è stata medicata in ospedale e ne avrà per trenta giorni. Gli agenti hanno ricostruito l'intera vicenda. L'uomo ha portato la convivente a festeggiare l'8 marzo nel locale dove lavora come pizzaiolo. A far scattare la gelosia dell'uomo è stata la decisione della sua convivente ad accogliere l'invito dello spogliarellista che si esibiva nel locale a partecipare allo spettacolo. Tornati a casa, l'uomo ha cominciato ad inveire contro la compagna prima di passare alle vie di fatto. Dopo la notte trascorsa nelle celle di sicurezza, l'uomo verrà giudicato stamattina dai giudici del tribunale di Avellino con il rito della direttissima.

 





Leggi anche:


Cerca in google