“Una vasta saccatura artica si allunga dal Nord Europa verso il Mediterraneo determinando un peggioramento nelle prossime ore” - spiega Daniele Berlusconi meteorologo di 3bmeteo.com – che aggiunge: “Le zone più coinvolte saranno il Nordest e le Tirreniche, altrove i fenomeni saranno meno frequenti ma comunque possibili con il fronte che evolverà molto lentamente tra venerdì e sabato, accompagnato da aria più fredda, responsabile di un calo delle temperature e della quota neve”. “Venerdì piogge e rovesci anche diffusi e localmente intensi al Centro (specie il versante tirrenico) e al Nord Est con neve sulle Alpi fino a quote collinari; coinvolti anche Liguria di Levante, Lombardia centro-orientale, Isole maggiori e basso Tirreno, più ai margini le altre regioni. Sabato piogge e rovesci diffusi su tutto il versante tirrenico tra Toscana e Campania, e in Emilia Romagna. L'aria fredda, richiamata dal vortice, determinerà un calo della quota neve fino a quote collinari ma a tratti anche in pianura, specie a ridosso dell'Appenino emilano-romagnolo. In serata tendenza a generale miglioramento ovunque.” “Domenica inizialmente discreta ma più fredda ovunque. L'Italia rimarrà comunque interessata da una zona di pressioni medio-basse con tendenza a nuovo aumento della nuvolosità a partire dai settori tirrenici e dalla Sardegna La prossima settimana si preannuncia infatti decisamente più fredda e instabile con occasione per nuove perturbazioni e nevicate fino a bassa quota.” – concludono da 3bmeteo.com.

 

 





Leggi anche:


Cerca in google

 

stoccata.jpg

leisure_300x250.gif